Apr 24

Visitare le bellezze italiane con la Giornata FAI di primavera

da in Visitare

Roma e la basilica di S.PietroOgni anno, con l’arrivo della bella stagione, sono centinaia di migliaia le persone che partecipano alla Giornata di Primavera del FAI visitando luoghi di interesse storico, artistico, culturale e paesaggistico dislocati in tutta la penisola da nord a sud. Anche l’ultima edizione della Giornata, come previsto, ha riscosso un enorme successo.

Giornata FAI di Primavera, i numeri della XXI edizione

La Giornata di Primavera del Fondo per l’Ambiente Italiano è un atteso appuntamento che tutti gli anni si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio dei Ministeri per i Beni e le Attività Culturali, dell’Università e della Ricerca e dell’Istruzione. L’edizione 2013, la ventunesima nella storia del FAI, si è svolta nel weekend del 23 e 24 marzo, durante il quale sono state aperte le porte di oltre settecento siti italiani tra palazzi, chiese, parchi naturali, castelli e tanti altri luoghi che normalmente sono chiusi al pubblico durante il resto dell’anno.

”Due giorni per scoprire l’Italia, 365 per amarla”

È con questo slogan che il FAI ha proposto la visita a centinaia di tesori italiani di inestimabile valore dal punto di vista artistico e naturalistico, che meritano di essere scoperti in tutta la loro bellezza e preservati per le generazioni future. E la risposta del pubblico è stata davvero calorosa: sono state infatti cinquecentomila le persone che hanno visitato i luoghi FAI nonostante il maltempo abbia prepotentemente accompagnato l’intero weekend. Per chi non fosse riuscito a visitarli, inoltre, 25 di questi beni sono gestiti direttamente dal FAI e aperti al pubblico tutto l’anno.

Alla scoperta dei luoghi più belli d’Italia con il FAI

Nel corso dell’evento svoltosi recentemente gli appassionati di questo turismo culturale di qualità hanno potuto scoprire, grazie all’app della Giornata FAI 2013, nuovi luoghi di interesse situati nelle vicinanze di casa propria. Disponibile per il download gratuito sugli store online di Apple e Android, l’applicazione ha consentito a migliaia di persone di visitare luoghi talvolta poco noti ma meritevoli di essere apprezzati in tutta la loro bellezza. Per coinvolgere anche i turisti provenienti dall’estero e i cittadini di origine straniera, in molte città italiane il FAI ha inoltre predisposto visite guidate in diverse lingue.

Immagine di mirec – FotoliaSimilar Posts:

Tags: , ,